Calabria7

Calabria in zona gialla, l’emozione dei ristoratori: “Pronti ad accogliere i nostri clienti” (VIDEO)

di Antonio Battaglia – Giallo speranza. La speranza che sia l’ultima volta, che non si arretri più in zona arancione o addirittura rossa. Per gli affari, certo, sfilacciati dopo un anno di singhiozzo commerciale, ma anche per l’umore. La Calabria questa mattina si è risvegliata con un briciolo in più di serenità, tra spostamenti liberi e bar e ristoranti aperti a pranzo e cena.

A tirare il vero sospiro di sollievo sono proprio i ristoratori, forse la categoria più colpita finora dalle restrizioni imposte dalla pandemia di Coronavirus, costretta a subire chiusure totali o lavorare solo d’asporto e fino alle 18. Oggi, seppur con diverse limitazioni, ristoranti e bar hanno ripreso il servizio ai tavoli esclusivamente all’aperto fino alle 22.

“Contagio all’interno? Rischio irrisorio”

La zona gialla tra i ristoratori calabresi è una mappa dalla geografia molto diversificata. Si va dai più felici e ottimisti a chi proprio non ne può più delle norme che si susseguono e chiede solo di poter lavorare anche all’interno. “Non si è ancora visto un contagio nei bar o nei ristoranti, la permanenza all’interno del locale è sempre limitata a qualche minuto – ci dice un ristoratore – e non vedo quale tipo di contagio possa sorgere. La legge ci impone di sanificare e tutti i clienti attendono il proprio turno con le mascherine”. La gente mostra ancora un po’ di tentennamento e i flussi sono certamente ridotti rispetto al passato, ma nel complesso il primo giorno di zona gialla “sta andando discretamente bene. L’unica cosa che chiediamo – continua – è un po’ di tolleranza nella speranza che in estate si possa tornare alla normalità”.

L’emozione e la voglia di fare, nonostante le delusioni e le difficoltà, è enorme: “Questa mattina ho vissuto una grande emozione – afferma ai nostri microfoni un altro imprenditore – non c’è cosa più bella di ritornare alla normalità. La gente è entusiasta di tornare e noi siamo più felici, a dimostrazione del fatto che nonostante la pandemia tutto si può risolvere”. Gestire l’asporto, inoltre, non è stato facile: “Noi siamo abituati ad avere un rapporto con nostri clienti, ci è risultato difficile portare avanti questo progetto. Ma dal primo giorno ci siamo messi in moto perché volevamo continuare a lavorare sempre mantenendo alta l’attenzione”.

Il primo giorno in zona gialla a Catanzaro tra sorrisi e voglia di ricominciare (VIDEO)

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

‘Ndrangheta, Tar conferma scioglimento Comune Limbadi

Mirko

‘Ndrangheta, latitante calabrese arrestato nel Torinese

manfredi

Coronavirus, 40 nuovi casi nell’area centrale della Calabria

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content