Calabria7

Consiglio regionale, in agenda la prossima seduta e le audizioni in commissione sanità

bilancio arpacal

Tre appuntamenti istituzionali, tra cui una seduta del Consiglio regionale, impegneranno la politica calabrese nella prossima settimana. Si parte lunedì 17 maggio con la seduta della terza Commissione del Consiglio regionale, Sanità e Attività sociali, che prevede quattro punti all’ordine del giorno: le audizioni in merito alle problematiche Covid 19 dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, in merito all’atto aziendale della stessa Asp reggina, in merito alle linee guida del commissario ad acta della sanità calabrese per l’adozione degli atti aziendali delle Asp e in merito all’inserimento della figura di direttore dei servizi Socio-sanitari presso le Aziende Sanitarie Provinciali della Calabria. Mercoledì 19 maggio due appuntamenti: il primo è la seduta della quarta Commissione, Ambiente e Assetto del territorio, con tre punti all’ordine del giorno, tra cui due pareri in tema di attività estrattive e l’esame di una proposta di legge regionale in tema di edilizia residenziale.

Infine, sempre mercoledì 10 maggio, con inizio fissato alle ore 13, è in programma la seduta del Consiglio regionale, che si occuperà di quattro proposte di legge, quattro proposte di provvedimento amministrativo e una mozione. Nel dettaglio, il Consiglio regionale sarà chiamato a esaminare, tra gli altri, una proposta di legge di iniziativa della Giunta regionale sul rifinanziamento del prestito della Regione con il Mef per l’estinzione dei debiti sanitari registrati fino a tutto il 2015, e una proposta di legge, sempre di iniziativa della Giunta regionale, in tema di demanio marittimo per venire incontro alle imprese balneari alla luce dell’emergenza Covid 19. Altri punti all’ordine del giorno sono una proposta di legge per recepire una sentenza della Corte costituzionale in materia di concessioni demaniali marittime a una recente sentenza della Corte costituzionale che ha bocciato una legge regionale che prorogava la concessione automaticamente e a tempo indeterminato a favore di un unico titolare, i bilanci di previsione dell’Arpacal e dell’Ente per i Parchi marini regionali, il riconoscimento di un debito fuori bilancio, una variazione al bilancio del Consiglio regionale per il riaccertamento dei residui, il programma regionale della forestazione 2021-2022 e la mozione a firma di Nicola Irto (Pd) e Gianluca Gallo (Forza Italia) “No al Parco eolico ‘Timpe di Muzzunetti'”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Reggina, al presidente Gallo la cittadinanza onoraria di Reggio Calabria

Antonio Battaglia

L’editoriale: Coronavirus, “l’ultimo Katun” dell’Economia calabra nell’immobilismo del governo locale

Danilo Colacino

Corap, la Regione prende in esame il futuro del Consorzio

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content